INAIL: Autoliquidazione 2016/2017 LA GUIDA

Autoliquidazione 2016/2017 premi e contributi associativi

Novità

Le novità dell’autoliquidazione 2016/2017 riguardano i nuovi servizi online per i datori di lavoro del settore marittimo e il pagamento tramite F24 dei relativi premi assicurativi.

Per quanto riguarda le riduzioni contributive:
– la misura della riduzione di cui alla legge 147/2013 art. 1, comma 128, da applicare al premio di rata 2017 è pari al 16,48%. Sono stati inoltre fissati gli indici di gravità medi (IGM) da applicare nel triennio 2017/2019 alle polizze artigiani riferite alle posizioni assicurative territoriali (PAT) e alle posizioni assicurative del settore navigazione (PAN);
– la misura della riduzione per le imprese artigiane di cui alla legge 296/2006 da applicare alla regolazione 2016 è pari al 7,61%.

Cessazione dell’attività assicurativa e autoliquidazione Inail
In caso di cessazione dell’attività con cessazione del codice ditta nel corso dell’anno, la denuncia delle retribuzioni deve essere presentata entro il giorno 16 del secondo mese successivo a quello di cessazione dell’attività assicurata. Il modulo cartaceo deve essere inoltrato tramite pec alla sede competente.

Autoliquidazione Inail: adempimenti e scadenze
Entro il 16 febbraio il datore di lavoro deve effettuare la regolazione del premio Inail. Dovrà calcolare la rata di premio anticipato per l’anno in corso e il conguaglio per l’anno precedente. Inoltre dovrà conteggiare il premio di autoliquidazione ed effettuare il pagamento del premio. Per il pagamento va utilizzato il modello F24 unificato o il modello F24 EP.

Sospensione versamenti per le popolazioni colpite dal sisma
Gli interventi a favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici (legge 229/2016) hanno disposto la sospensione dei versamenti per i datori di lavoro privati e per i lavoratori autonomi con sede nei comuni colpiti dal sisma. I pagamenti sospesi potranno essere effettuati entro il 30 ottobre 2017, anche a rate, senza sanzioni e interessi.

Autoliquidazione

Il datore di lavoro soggetto all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e l’artigiano senza dipendenti pagano ogni anno il premio mediante l’autoliquidazione.
Il procedimento consente di determinare e versare direttamente il premio infortuni e malattie professionali, il premio silicosi ed asbestosi nonché il premio speciale artigiani. Sono esclusi dall’autoliquidazione, invece, gli altri “premi speciali unitari” (alunni/studenti, rx e sostanze radioattive, frantoi, pescatori, facchini, ippotrasportatori e vetturini).
Con tale procedimento, inoltre, vengono riscossi dall’Inail anche i contributi associativi per conto delle associazioni di categoria convenzionate.

Entro il 16 febbraio di ogni anno, attraverso la procedura Alpi (Autoliquidazione premi Inail) online, il datore deve:

  • calcolare il premio anticipato per l’anno in corso (rata), sulla base delle retribuzioni effettive dell’anno precedente (rata) e il conguaglio per l’anno precedente (regolazione);
  • conteggiare il premio di autoliquidazione dato dalla somma algebrica della rata e della regolazione, al netto di eventuali riduzioni contributive;
  • pagare il premio di autoliquidazione utiizzando il “Modello di pagamento unificato – F24” o il “Modello di pagamento F24 EP (Enti Pubblici)” in caso di Enti ed Organismi pubblici indicati nelle tabelle A e B allegate alla legge 720/1984.

Entro il 28 febbraio si deve presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate (leggi 449/1997 e 144/1999), nonché della domanda di riduzione del premio artigiani (legge 296/2006) in presenza dei requisiti previsti, utilizzando i servizi telematici “Invio dichiarazione salari” o “Alpi online”.

Il pagamento del premio in autoliquidazione può essere effettuato in quattro rate trimestrali, previa comunicazione all’Inail.
La comunicazione deve essere effettuata esclusivamente con modalità telematica utilizzando il servizio Alpi online oppure Invio telematico dichiarazione salari.
Se non si intende più usufruire del pagamento in quattro rate, occorre comunque comunicare tale volontà con le stesse modalità sopra descritte.

Il pagamento della prima rata deve essere effettuato entro il 16 febbraio di ogni anno, versando il 25% dell’importo totale dovuto, comprensivo di addizionale ex Anmil. Se il termine scade di sabato o di giorno festivo il versamento deve essere effettuato il primo giorno lavorativo successivo (art. 18, legge n. 241 del 9 luglio 1997).
Le rate successive alla prima, ognuna pari al 25% del premio annuale, devono essere versate per il 2016 entro il 16 maggio, 22 agosto e 16 novembre 2016, maggiorate degli interessi calcolati applicando il tasso medio di interesse di titoli di Stato per l’anno 2015 (“Tasso medio di interesse dei titoli di Stato”). I coefficienti per il calcolo degli interessi sono riportati nell’Istruzione operativa del 22 gennaio 2016.

Inoltre, i pagamenti dei premi e accessori eseguiti con modello di versamento unificato F24 e F24 EP in scadenza tra il 1° ed il 20 agosto di ogni anno possono essere effettuati entro il giorno 20 agosto senza alcuna maggiorazione (art. 3-quater del decreto legge 16/2012 convertito dalla legge 44/2012).

Al fine di consentire al datore di lavoro il pagamento del premio in autoliquidazione, l’Inail, preventivamente, invia:

  • la comunicazione del tasso di premio che verrà applicato per l’anno successivo su ogni posizione assicurativa territoriale e i criteri applicati per determinarlo (Modello 20SM “Classificazione e tassazione rischio assicurato”)
  • la documentazione relativa alla dichiarazione delle retribuzioni (Modello 1031 “Modulo per la dichiarazione delle retribuzioni” e relative informazioni)
  • le basi di calcolo con i dati per il conteggio dei premi e degli eventuali contributi associativi per la regolazione del premio e per la rata anticipata (Modulo per la comunicazione delle Basi di calcolo premi e dei contributi associativi).

L’importo della regolazione del premio è calcolato sulla base delle retribuzioni denunciate per l’anno precedente e sulla base delle stesse retribuzioni e degli altri elementi comunicati dall’Inail, detraendo eventuali riduzioni contributive. Nella guida all’autoliquidazione sono consultabili le istruzioni necessarie per il:

  • calcolo del premio infortuni e malattie professionali
  • calcolo del premio silicosi e asbestosi
  • dettaglio del calcolo del premio speciale artigiani
  • premio speciale artigiani – casi particolari
  • calcolo degli sconti contributivi – regolazione
  • calcolo degli sconti contributivi – rata
  • riepilogo delle somme da pagare
  • criteri di arrotondamento
  • guida al calcolo dei contributi associativi
  • calcolo dei contributi associativi.

La determina del Presidente n. 283 del 27 luglio 2015 (approvata con decreto direttoriale del Ministero del Lavoro e delle politiche sociale, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle finanze) ha fissato al 16,61% la misura della riduzione della rata anticipata dovuta per l’anno 2016. La riduzione si applica in presenza di specifici requisiti differenziati a seconda che le lavorazioni siano iniziate da oltre un biennio oppure da non oltre un biennio.

Compensazione
Il saldo finale di autoliquidazione, se a credito, può essere utilizzato per compensare eventuali altri debiti per premi e accessori Inail, purché non iscritti a ruolo esattoriale. La compensazione può riguardare anche quanto dovuto ad altre amministrazioni o i contributi dovuti alle associazioni di categoria titolari di apposita convenzione con l’Istituto.

Non è, invece, possibile utilizzare un credito relativo a contributi associativi per pagare un premio Inail, né effettuare compensazioni tra contributi associativi.

Il datore di lavoro deve verificare presso la sede Inail l’effettiva sussistenza del credito stesso e successivamente procedere alla compensazione, attraverso la compilazione del modello F24. Il modello F24 EP, invece, non consente di operare la compensazione tra importi a credito e a debito.