INPS: procedura per il contributo addizionale per pagamenti diretti in caso di CIGO, CIG Edile, CIGS, CIG in Deroga e per Solidarietà

L’Inps, con il messaggio n. 6129 del 6 ottobre 2015, fornisce le istruzioni per il passaggio dalla procedura Giasone alla nuova modalità di gestione della richiesta e del recupero del contributo addizionale dovuto per Cassa Integrazione Ordinaria, Ordinaria in Edilizia, Straordinaria, in Deroga e per Solidarietà, denominata “RACE”.

La procedura è accessibile dalla INTRANET selezionando PROCESSI – SOGGETTO CONTRIBUENTE – AZIENDE – RACE ed è supportata dal relativo manuale tecnico-amministrativo, scaricabile anch’esso dalla INTRANET, che provvede a descrivere, dettagliatamente, ciascuna delle singole FASI con cui la procedura si sviluppa ovvero il completo iter procedurale (in parte automatizzato ed in parte manuale) posto a base del funzionamento della procedura.

Le autorizzazioni per l’utilizzo della procedura dovranno essere rilasciate tramite il sistema Identity & Access Management (IDM), dagli amministratori di IDM. Sono attualmente previsti i due profili di:

  • Consultatore – ha soltanto accesso in visualizzazione alla procedura
  • Operatore – accede a tutte le funzionalità, comprese quelle dispositive

In aggiunta a quanto gestito dalla procedura Giasone, tesa alla verifica ed al recupero nei confronti delle aziende beneficiarie di CIGS a pagamento diretto, la nuova procedura provvederà a gestire le richieste del contributo addizionale dovuto in ragione dei pagamenti diretti effettuati dall’Istituto per Cassa Integrazione Ordinaria, Ordinaria in Edilizia, Straordinaria, in Deroga e per Solidarietà.

È bene evidenziare che la procedura Giasone e la nuova procedura RACE avranno un periodo di coesistenza in quanto:

  • tutte le funzionalità di GIASONE continueranno ad essere operative per consentire l’ultimazione delle lavorazioni collegate alle diffide inviate nel corso del 2014 e l’invio delle diffide (entro il termine che sarà successivamente indicato con uno specifico messaggio) relative a partite debitorie riguardanti autorizzazioni CIGS concesse fino al 31.12.2014 e non ancora oggetto di precedenti diffide (l’acquisizione di nuovi dati infatti è stata inibita a decorrere dal 1° gennaio 2015),
  • RACEopererà pergestire le richieste dei contributi addizionali non più gestibili attraverso Giasone nonché per gestire, in aggiunta a prima, le richieste per i contributi addizionali di CIG per tutte le tipologie sopra indicate.

Il funzionamento del nuovo applicativo RACE prevede che, con cadenza giornaliera, vengano trasmessi telematicamente, dagli applicativi afferenti dalla Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito tutti i dati relativi ai contributi addizionali calcolati e dovuti dalle aziende a fronte del pagamento diretto di una delle succitate integrazioni salariali.

La procedura preleva gli importi dovuti a titolo di contributo addizionale CIG e, aggregandoli per sede e matricola (FASE 1), notifica per il pagamento, in modalità automatica e con invio massivo a cadenza mensile, gli aggregati che abbiano raggiunto la soglia economica minima di Euro 50,00 o temporale di 6 mesi.

I contributi che non arrivano alla suddetta soglia economica, verranno gestiti dalla procedura con molta flessibilità ovvero attraverso un sistema in grado di accumulare incrementalmente gli importi in relazione alla matricola di riferimento, consentendo contestualmente di svolgere sulla pratica esaminata, tutte le funzioni di consultazione, ricerca, visualizzazione e gestione (compresi blocco/invio forzato della notifica).

A soglia raggiunta, la notifica della richiesta dei contributi avverrà attraverso invio al sistema POSTEL che provvederà prioritariamente mediante recapito PEC aziendale e, secondariamente, mediante raccomandata A/R (FASE 2).

La competenza della richiesta sarà attribuita alla sede che ha in carico la posizione aziendale o quella su cui è stato indicato l’accentramento contributivo,  anche in presenza di  pagamenti di prestazione emessi da più sedi.

In allegato alla richiesta sarà inviato un modello F24 precompilato contenente, oltre al codice della sede e all’importo dovuto, una CodeLine e la nuova causale contributo RCAD, istituita con Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 31/E del 23 marzo 2015.

Nel caso di inesito della notifica, l’operatore avrà la possibilità di tentare un nuovo invio indicando un nuovo indirizzo, digitato manualmente o prelevato da sistema (relativo ad altra posizione contributiva dell’azienda). La notifica sarà considerata positivamente effettuata anche nei casi in cui sia presente un versamento ad essa collegato (notifica implicita).

La procedura RACE importa a cadenza giornaliera i versamenti effettuati tramite il modello F24 dalle aziende a cui è stata notificata la richiesta di contributo addizionale CIG e procede automaticamente all’abbinamento dei relativi pagamenti (FASE 3).

La procedura non abbinerà in automatico quei versamenti che avranno una codeline o una sede di competenza errata; in tali situazioni la procedura consentirà la gestione del versamento attraverso l’intervento manuale dell’operatore.

Le fattispecie di errore che potranno presentarsi e dovranno essere gestite manualmente sono le seguenti:

  1. sede competente corretta e CodeLine errata nella parte finale (ultimi 4 caratteri): il versamento sarà abbinabile manualmente dall’operatore;
  2. sede competente corretta e CodeLine errata nella parte iniziale: il versamento non sarà abbinabile se non previa modifica manuale della CodeLine (la CodeLine originaria rimarrà a sistema);
  3. sede competente errata e CodeLine corretta: il sistema invierà automaticamente il versamento alla sede corretta;
  4. sede competente errata e CodeLine errata: l’operatore potrà inviare manualmente il versamento alla sede corretta.

Il versamento errato, inoltre, potrà essere stornato e/o inviato ad altra procedura nel caso non sia di competenza della procedura RACE.

Pertanto, in tutti i casi in cui il versamento non è abbinato automaticamente l’operatore potrà intervenire manualmente abbinando, aggiungendo, rimuovendo o spostando i versamenti in giacenza fino ad arrivare alla definizione della pratica.

Terminate le operazioni di abbinamento automatico e/o manuale dei pagamenti, la pratica, decorsi 45 giorni dalla notifica, potrà definirsi in uno dei seguenti stati (FASE 4):

  1. 1.   CHIUSA per abbinamento totale dei versamenti rispetto all’importo dell’aggregato;
  2. 2.   INSOLUTA (totale o parziale) per mancanza di versamenti o abbinamento parziale dei versamenti rispetto all’importo dell’aggregato e contemporanea presenza di pagamenti.
  3. 3.   INVIATA AL RECUPERO CREDITI:
    1. In automatico: decorsi 45 giorni dalla notifica, per mancato versamento o pagamento parziale e inesistenza di pagamenti non abbinati per la stessa matricola;
    2. manuale (a cura dell’operatore): decorsi 45 giorni dalla notifica, anche in caso di esistenza di pagamenti non abbinati per la stessa matricola;
    3. manuale (a cura dell’operatore): anche prima dei 45 giorni dalla notifica, in caso di richiesta di dilazione da parte dell’azienda. In tal caso, qualora l’esito della notifica non sia ancora disponibile, sarà considerata come data di notifica la data di invio a RC (notifica implicita)

In ogni caso sarà aperta nel nuovo Recupero Crediti una inadempienza con T.S. 76.

Il rilascio corrente prevede tutte le funzionalità descritte precedentemente nelle quattro fasi, tranne la gestione manuale dei versamenti, che sarà resa disponibile a breve con successivo rilascio. In prosieguo saranno sviluppate le funzionalità statistiche e di monitoraggio al fine di valorizzare l’attività svolta.

Per ogni eventuale richiesta di supporto tecnico o amministrativo, fare riferimento al gruppo Supporto.RACE@inps.it.

Istruzioni contabili

La procedura “RACE”, conferente con il sistema contabile, identificata dal codice procedura “RA” e dal tipo operazione “69”, entrambi di nuova istituzione, gestisce le registrazioni automatizzate degli eventi sopra descritti.

In particolare, nel momento in cui l’operatore amministrativo notifica all’azienda datore di lavoro (fase 2), la richiesta del contributo addizionale dovuto in ragione dei pagamenti effettuati ai beneficiari per le integrazioni salariali, la procedura “RACE” invia il biglietto contabile, identificato dal codice riferimento “0000000005”, contenente i dati necessari per la rilevazione contabile dell’accertamento del credito, vantato nei confronti del datore di lavoro, al conto di nuova istituzione GAU00146.

La rilevazione contabile del versamento effettuato dal datore di lavoro tramite il modello F24, con la valorizzazione della nuova causale contributo RCAD, è svolta dalla procedura contabile DEU, in uso, sul conto di servizio appositamente istituito GPA54105. I versamenti affluiti sono così trasmessi tramite il flusso telematico SC724 alla procedura conferente “RACE” per poter essere elaborati secondo le istruzioni operative descritte nella “fase 3”.

La nuova causale contributo RCAD è abbinata nel sistema contabile al conto GPA54105 e alla causale dei flussi di cassa “10217”, anch’essa di nuova istituzione.

L’elaborazione amministrativa dei versamenti conclusa positivamente con le operazioni descritte nella “fase 3 e 4” definisce la ripartizione della riscossione attraverso il conferimento del biglietto contabile identificato dal codice riferimento “0000000001”. L’abbinamento della riscossione con il credito vantato nei confronti del datore di lavoro, definisce la chiusura di SC724  movimentando in DARE il conto GPA54105 ed in AVERE il conto di credito GAU00146.

Dagli eventi amministrativi descritti  nella “fase 3” possono derivare ulteriori registrazioni contabili gestite esclusivamente dalla procedura automatizzata “RACE”. In particolare, possono riguardare la gestione:

–      delle partite viaggianti relative a riscossioni affluite su sedi di competenza errata (codice riferimento “0000000003”);

–      della verifica delle riscossioni con codice tributo errato non di competenza della procedura “RACE”, con la conseguente trasmissione ad altra procedura amministrativa se identificata (codice riferimento “0000000007”) o altrimenti trasferite alla gestione contabile (codice riferimento “0000000002”) per la necessaria lavorazione manuale.

Particolare cura è richiesta agli operatori amministrativi per la gestione della “fase 4”, perché dalla stessa scaturisce l’inoltro delle inadempienze, contraddistinte dal codice T.S. 76, alla procedura del “nuovo Recupero Crediti”.

L’evento amministrativo sopra descritto permette il conferimento del biglietto contabile automatizzato identificato dal codice riferimento “0000000006”.

Il partitario amministrativo del recupero crediti fornirà alla Direzione centrale bilanci e servizi fiscali, in sede di rendicontazione, la situazione aggiornata dei residui per il contributo addizionale in argomento secondo le consuete modalità di rappresentazione.