ISPETTORATO NAZIONALE LAVORO -Adozione del logo dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro e della tessera di riconoscimento del personale ispettivo

22L’Ispettorato svolge le attività ispettive già esercitate dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, dall’INPS e dall’INAIL. Il logo in questione sarà raffigurato nel documento di identità visiva del personale ispettivo da esibirsi al momento dell’accesso (Decreto 14 novembre 2016).

Parte I

Logo dell’Ispettorato nazionale del lavoro
Art. 1

Istituzione del logo
E’ istituito il logo dell’Ispettorato nazionale del lavoro, d’ora in avanti denominato «il logo», raffigurato nel documento di identità visiva di cui all’allegato A che fa parte integrante del presente provvedimento e che contiene le specifiche grafiche e tecniche del logo.

Art. 2

Modalità di utilizzo del logo
In relazione all’esercizio delle competenze affidate ai sensi del decreto legislativo n. 149/2015, l’Ispettorato nazionale del lavoro utilizza su supporti cartacei ed elettronici il logo ai fini di identificazione distintiva e di riconoscimento.

L’Ispettorato nazionale del lavoro, nell’utilizzare il logo in relazione allo svolgimento dei compiti allo stesso riservati dalla legge ne cura, altresì, l’uso nell’ambito della comunicazione istituzionale.

Art. 3

Utilizzo del logo su internet
L’uso del logo come link, così come ogni altra riproduzione del sito dell’Ispettorato nazionale del lavoro in siti altrui, deve essere espressamente autorizzato, con esclusione dei casi in cui ad attivare il collegamento siano amministrazioni pubbliche.

Nella riproduzione del logo deve essere evitata ogni associazione con altri marchi, nomi, insegne, indirizzi IP, nomi di dominio e/o diritti di proprietà intellettuale o industriale di terzi.

L’Ispettorato nazionale del lavoro, che ha la responsabilità della gestione del sito, si riserva di modificarlo senza nessun obbligo di informare i siti che hanno attivato i link.

Art. 4

Vigilanza sull’uso del logo
L’Ispettorato nazionale del lavoro intraprende le iniziative legali ritenute opportune per inibire, ove necessario, l’utilizzo e la riproduzione illegale del logo da parte di soggetti non abilitati e per l’eventuale risarcimento dei danni per usi scorretti o non autorizzati.

Parte II

Tessera di riconoscimento del personale ispettivo
Art. 5

Tessera di riconoscimento
Al personale che presta servizio ispettivo presso l’Ispettorato nazionale del lavoro è rilasciata una tessera di riconoscimento a stretta rendicontazione, conforme al fac-simile di cui all’allegato B, costituita da una carta plastica delle seguenti dimensioni:

altezza 96 mm; larghezza 65 mm; spessore 6 mm, sulla quale sono riportati i seguenti elementi:

a) nella parte esterna:

– la dicitura e il logo «Repubblica italiana»;

– il logo e la dicitura «Ispettorato nazionale del lavoro»;

– la dicitura «Tessera di riconoscimento»;

b) nella parte interna:

– il numero progressivo della tessera;

– la fotografia a colori del titolare;

– i dati anagrafici del titolare (cognome e nome, luogo e data di nascita);

– la data di rilascio;

– la firma del dirigente di vertice della struttura che ha rilasciato la tessera;

– QRcode per la tracciabilità del titolare;

– la seguente dicitura «Gli ispettori del lavoro, nei limiti del servizio a cui sono destinati, e secondo le attribuzioni ad essi conferite dalle singole leggi e dai regolamenti, sono ufficiali di polizia giudiziaria. Gli ispettori hanno facoltà di visitare in ogni parte, a qualunque ora del giorno ed anche della notte, i laboratori, gli opifici, i cantieri, ed i lavori, in quanto siano sottoposti alla loro vigilanza, nonché i dormitori e refettori annessi agli stabilimenti (art. 8, decreto del Presidente della Repubblica 19 marzo 1955, n. 520)».

La carta presenta i seguenti elementi di sicurezza: plastica laminata a caldo con ologramma.

Art. 6

Rilascio e restituzione della tessera
Al personale ispettivo dell’Ispettorato nazionale del lavoro è rilasciata la tessera di riconoscimento di cui al presente provvedimento, la quale deve essere restituita nei casi in cui il dipendente cessi dal servizio, venga distaccato o comandato presso altri enti pubblici o privati, nonché nei casi di collocamento in aspettativa previsti dal vigente CCNL del comparto ministeri.

Allegato A

MANUALE DI IMMAGINE

(Testo dell’allegato)

Allegato B

FAC-SIMILE TESSERA DI RICONOSCIMENTO

(Testo dell’allegato)

 

Download (PDF, 2.09MB)