giovedì 28 Ottobre, 2021 - 9:12:25

Speciali

Che cos’è il ravvedimento operoso.

Il Ravvedimento operoso, regolamentato per la prima volta dall’art. 14 della L. 29 dicembre 1990, n. 408, e successivamente disciplinato dall’art. 13 del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472, è un istituto giuridico finalizzato al ripristino della legalità violata in ambito amministrativo tributario. Per il tramite del ravvedimento il contribuente …

Continua »

Permessi ex festività

Ai sensi delle previsioni contrattuali vigenti (artt. 50 e 16, rispettivamente, dei CCNL 8/12/2007 per i quadri direttivi e le aree professionali e 10/01/2008 per i dirigenti) ai lavoratori spetta annualmente un numero di permessi giornalieri retribuiti corrispondente alle giornate che (indicate come festività dagli art. 1 e 2 della Legge 27 maggio …

Continua »

Fringe Benefit – Tabelle Aci 2011 in formato excel

Le seguenti tabelle comprendono le tariffe predisposte dall’ ACI, pubblicate nella Gazzetta Ufficiale entro il 31 dicembre di ogni anno e valide per l’ anno successivo. Sono utilizzate per la determinazione del fringe-benefit, cioè della retribuzione in natura che deriva dalla concessione in uso ai dipendenti dei veicoli aziendali che …

Continua »

Come pagare le imposte con il modello F24

Per pagare le imposte direttamente via web, occorre predisporre il modello F24 e trasmetterlo telematicamente tramite il sito dedicato ai servizi telematici. E’ comunque necessario essere titolare di un conto corrente presso una banca convenzionata con l’Agenzia o presso Poste Italiana Spa. Nella richiesta di addebito del versamento F24 telematico …

Continua »

Il Patto di non concorrenza

Il patto di non concorrenza è una clausola contrattuale che può essere introdotta fra il datore di lavoro e il prestatore. Limita la facoltà del prestatore di svolgere attività professionali in concorrenza con l’azienda dopo un‘eventuale cessazione del rapporto di lavoro. Il patto di non concorrenza è disciplinato agli artt. …

Continua »

Il Conguaglio 2010

L’articolo 23, comma 3 del D.P.R. n. 600/1973 stabilisce l’obbligo, a carico di determinati soggetti, che corrispondono somme e valori di cui all’articolo 51 del D.P.R. n. 917/1986 (Tuir) di effettuare entro il 28 febbraio dell’anno successivo e, in caso di cessazione del rapporto di lavoro, alla data di cessazione, …

Continua »