Taggati ‘LAVORO DOMESTICO’

Assindatcolf: nessun obbligo di comunicazione per infortuni di un giorno per colf e badanti

Assindatcolf: nessun obbligo di comunicazione per infortuni di un giorno per colf e badanti

“Nessun obbligo per i datori di lavoro domestico di comunicare all’Inail gli infortuni di lavoro lievi, ovvero quelli che comportino un’assenza di almeno 1 giorno (ad esclusione di quello in cui avviene l’evento), anche quando si tratta di prestazioni occasionali”. È quanto comunica Assindatcolf, Associazione Nazionale dei Datori di Lavoro Domestico, componente Fidaldo e aderente Confedilizia.

Dal 12 ottobre infatti, – spiega…

Taggato con:     

Contributi Inps e di Assistenza Contrattuale Anno 2017

Contributi Inps e di Assistenza Contrattuale  Anno 2017

Assindatcolf (Associazione nazionale dei datori di lavoro domestico), sul proprio portale internet, ha pubblicato le tabelle riepilogative che indicano le aliquote contributive di lavoro domestico che i datori  dovranno utilizzare per effettuare i versamenti all’INPS in favore delle colf, delle badanti e delle baby sitter, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato o a termine per la’anno 2017

Rapporti di lavoro…

Lavoro domestico, gli stipendi minimi per il 2017

Lavoro domestico, gli stipendi minimi per il 2017

Le parti sociali hanno sottoscritto presso il ministero del lavoro i nuovi minimi retributivi per i lavoratori domestici a valere per l’ anno 2017. Le retribuzioni minime stabilite dal contratto collettivo nazionale di lavoro sono, infatti, aggiornate annualmente in funzione dell’aumento del costo della vita, nella misura dell’80% dell’ indice Istat.

Retribuzioni Lavoratori Domestici ANNO 2017

Taggato con:   

Acconto TFR “bussa” il 16 dicembre

Acconto TFR  “bussa” il 16 dicembre

Entro il prossimo 16 dicembre i datori di lavoro sostituti d’imposta devono versare l’acconto dell’imposta sostitutiva dovuta sulle rivalutazioni del TFR dei dipendenti.

La prima tranche dell’imposta totale, pari al 90%, va versata tramite F24 con il codice tributo 1712. È possibile sfruttare in compensazione eventuali crediti per altre tasse e contributi

La tassazione è ridotta in quanto sostitutiva dell’ordinaria Irpef ed è…

Taggato con:             

Dimissioni telematiche: le FAQ del Ministero Lavoro

Dimissioni telematiche: le FAQ del Ministero Lavoro

1. Quali categorie di lavoratori non dovranno utilizzare la procedura per presentare le proprie dimissioni o risoluzione consensuale? Il Decreto Legislativo n.151/2015 esclude i lavoratori domestici, le risoluzioni consensuali raggiunte tramite accordi di conciliazione in sede stragiudiziale. Sono poi esclusi i genitori lavoratori nelle ipotesi indicate nell’articolo 55, comma 4 del Decreto Legislativo n.151/2001 che prevedono la convalida presso gli Uffici…

Taggato con:     

Sostitutiva sui rendimenti del Tfr: l’acconto “bussa” il 16 dicembre

Sostitutiva sui rendimenti del Tfr: l’acconto “bussa” il 16 dicembre
La prima tranche dell’imposta totale, pari al 90%, va versata tramite F24 con il codice tributo 1712. È possibile sfruttare in compensazione eventuali crediti per altre tasse e contributi

 

Chiamata in cassa per i datori di lavoro il prossimo 16 dicembre. In qualità di sostituti d’imposta, sono tenuti a versare l’acconto sui rendimenti del trattamento di fine rapporto dei propri dipendenti…
Taggato con:                 

Min.Lavoro: Siglato l’accordo sui nuovi minimi retributivi contrattuali 2015 lavoro Domestico

Min.Lavoro:  Siglato l’accordo sui nuovi minimi retributivi contrattuali 2015 lavoro Domestico

Il 2 febbraio 2015 presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stato siglato, dalla Commissione Nazionale per l’aggiornamento retributivo, l’accordo sui nuovi minimi retributivi relativi al lavoro domestico derivanti dalla variazione del costo della vita.

 

Taggato con:

Esonero contributivo ex L. 190/2014 anche in caso di trasformazione del contratto a termine

Esonero contributivo ex L. 190/2014 anche in caso di trasformazione del contratto a termine

Con circolare n. 17 del 29 gennaio 2015, l’Inps fornisce i primi importanti chiarimenti in merito alla fruizione del beneficio introdotto dalla L. n. 190/2014 (Legge di Stabilità per l’anno 2015), concernente l’esonero totale dei contributi previdenziali per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato nel corso del 2015.

Campo di applicazione

L’incentivo in oggetto (art. 1, co. 118, L. n. 190/2014) è riconosciuto a tutti i datori…

Domestici: contributi 2014

Domestici: contributi 2014

La variazione percentuale, calcolata dall’Istat, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati, verificatasi tra il periodo gennaio-dicembre 2012 ed il periodo gennaio-dicembre 2013, è risultata essere pari all’1,10%. Di conseguenza, sono state determinate le nuove fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per l’anno 2014 per i lavoratori domestici. Si ricorda che il contributo CUAF (Cassa Unica Assegni Familiari) è dovuto…

Colf e badanti: aggiornati i minimi retributivi 2014

Colf e badanti: aggiornati i minimi retributivi 2014

Lo stipendio minimo è la più bassa paga oraria, giornaliera o mensile che un datore di lavoro ti possa pagare per legge.  In nessun caso il tuo stipendio potrà essere inferiore ai minimi stabiliti per l’anno in corso dai Contratti collettivi nazionali di lavoro per il settore domestico, tenendo conto del tuo livello di inquadramento.

Le retribuzioni minime di colf e badanti vengono aggiornate annualmente, in…

Taggato con: